Storia

La pratica dell’innesto erbaceo in orticoltura è molto antica anche se non è divenuta di uso comune fino al XX secolo. Alcuni testi testimoniano l’utilizzo di questa pratica già nella Cina antica per la produzione di zucche di grandi dimensioni. Non va dimenticato che la tecnica dell’innesto riferito a quello arboreo sembra essere già in uso 1.800 anni prima della nascita di Cristo. Già Aristotele (384-322 A.C.) e Teofrasto (371-287 A.C.) menzionano l’utilizzo dell’innesto. San Paolo, in una lettera ai Romani, parla di piante di olivo innestate. Sembra infatti che quella dell’innesto durante l’età Romana fosse già una pratica diffusa ampiamente. Sono stati ritrovati riferimenti alla pratica dell’innesto anche in alcuni testi cuneiformi sumerici e ancora più chiari, negli antichi testi del Talmud (testo sacro ebraico).

Vuoi scoprire di più sui portainnesti?
Mettiti in contatto con noi