Legenda resistenze

Bw Ralstonia solanacearum – Avvizzimento batterico
Fol Fusarium oxysporum f. sp. lycopersici – Fusariosi
Fon Fusarium oxysporum f. sp. niveum – Tracheofusariosi
Fom Fusarium oxysporum f.sp. melongenae – Fusariosi
For Fusarium oxysporum f. sp. radicis lycopersici – Fusarium radicis
Ma, Mi, Mj* Meloidogyne arenaria, Meloidogyne incognita, Meloidogyne javanica – Nematodi galligeni
N* Nematodi galligeni
Pl Pyrenochaeta lycopersici – Radice suberosa
Vd Verticillium dahliae, Verticillium albo-atrum – Tracheoverticillosi

*Nota sulla resistenza a nematodi – La temperatura del suolo al di sopra dei 27 °C ed altri fattori di stress possono causare una riduzione della resistenza fino al suo annullamento. In genere e ancor di più nei terreni in cui la coltura precedente ha subito attacchi da tale patogeno è necessario effettuare interventi di disinfestazione prima del trapianto e durante la coltivazione.

Definizione del termine alta resistenza (HR), resistenza intermedia (IR) e tolleranza (T)

Resistenza: è la capacità di una varietà vegetale di limitare la crescita e lo sviluppo di un determinato organismo nocivo e/o il danno che provoca, rispetto a varietà suscettibili poste in analoghe condizioni ambientali e di pressione dell’organismo nocivo. Le varietà resistenti possono, tuttavia, manifestare qualche sintomo di malattia o di danno in presenza di una forte pressione da parte di un organismo nocivo.
Vengono defi niti due livelli di resistenza:
Resistenza elevata (HR**): varietà in grado di limitare fortemente la crescita e lo sviluppo di un determinato organismo nocivo, in condizioni normali di pressione infettiva, se confrontate con varietà suscettibili. Queste varietà possono tuttavia manifestare qualche sintomo o danno in condizioni di elevata pressione da parte dell’organismo nocivo.
Resistenza intermendia (IR**): varietà in grado di limitare la crescita e lo sviluppo di un determinato organismo nocivo, ma che possono mostrare una gamma più ampia di sintomi o di danni, se confrontate con varietà a resistenza elevata. Le varietà con resistenza intermedia manifesteranno comunque sintomi o danni meno marcati rispetto alle varietà suscettibili, se coltivate in condizioni ambientali simili e/o con la medesima pressione da parte dell’organismo nocivo. Occorre osservare che se una varietà viene dichiarata resistente, questa resistenza è limitata ad uno specifi co biotipo, patotipo, razza o ceppo dell’organismo nocivo. Se si dichiara una resistenza senza specifi care alcun biotipo, patotipo, razza o ceppo, significa che non esiste alcuna classifi cazione riconosciuta per l’organismo nocivo in questione come biotipo, patotipo, razza o ceppo. Nuovi biotipi, patotipi, razze o ceppi che possono manifestarsi, non sono coperti dalla resistenza dichiarata all’origine.
Immunità: quando una pianta non è soggetta ad attacco o infezione da parte di un determinato parassita organismo nocivo.
Tolleranza: la capacità di una varietà vegetale di resistere a stress abiotici, senza serie conseguenze per lo sviluppo, l’aspetto e la resa produttiva.

Limitazioni di utilizzo
Le informazioni contenute nel presente sito web non sono da ritenersi esaustive né vanno considerate al pari di consigli, guida o raccomandazioni. Rappresentano, più semplicemente, i risultati medi conseguiti nel corso delle prove effettuate da parte della Fenix S.r.l. e non sono applicabili o adattabili a tutte le condizioni colturali e pedoclimatiche. I termini “alta resistenza” (HR) e “resistenza intermedia” (IR) non implicano l’immunità vegetale e si rifanno alla terminologia ISF in corso. Non si forniscono garanzie riguardo a resa, prestazioni, commerciabilità, adeguatezza ad un particolare scopo o altro. Le foto utilizzate, infine, hanno un valore puramente indicativo.